Integratori, allenamento e farmaci, quando il corpo chiede aiuto

on aprile 4 | in Salute e benessere | by | with 7 Comments

Integratori, allenamento e farmaci, quando il corpo chiede aiuto

Come i farmaci alterino il nostro corpo e come, grazie ad un attenta integrazione ad attività fisica e nutrizione, sia possibile rimanere in salute.

Integratori, allenamento e farmaci, quando il corpo chiede aiuto: se chi si prende cura di non non tiene conto di che farmaci facciamo uso, di chi siamo, di cosa facciamo, può diventare davvero pericoloso.

Quante volte in palestra, dal nutrizionista o chi ti vende integratori ti ha chiesto che farmaci prendi occasionalmente o come terapia cronica?

Spesso accusiamo le case farmaceutiche di “minare” la nostra salute, ma mentre loro sono aggettate a controlli rigorosi, non ci rendiamo conto che i venditori, mediamente incompetenti, mettono quotidianamente la nostra salute più a rischio di qualsiasi azienda farmacologica. La conoscenza può frodare, ma l’ignoranza uccide.

Una corretta attività fisica, eseguita da professionisti, una corretta nutrizione ed integrazione, non può non tenere conto dei farmaci che sia saltuariamente (più spesso di quello che crediamo) sia in assunzione cronica, le persone assumono.

I farmaci infatti, se in molti casi sono veri e propri salvavita, in altri sono abusati e comunque, non sono mai privi di effetti collaterali.

Un attività fisica che non tenga conto di questo diventa lesiva per il cliente, portandolo incontro ad infortuni e problematiche che possono anche essere gravi. Altresì la nutrizione e l’integrazione devono essere adeguate alle terapie farmacologiche ed al fatto che queste possono interagire con alcune sostanze, amplificando o spesso, inibendo la funzione del farmaco.

Per questo somministrare integratori e piani nutritivi, nonché allenamenti, ha necessariamente bisogno di una conoscenza dello stato di salute psicofisica del cliente o paziente e deve tener conto di molti aspetti. Non possono essere somministrati, specie gli integratori, da persone che non abbiano un ampia conoscenza delle interazioni che questi possono avere con i farmaci.

Di tutto questo non ne va solo della nostra professionalità ma della SALUTE psicofisica delle persone che si affidano a noi.

Basti pensare che la maggior parte di proprietà paventate dagli integratori, sono spesso false, spesso “ingigantite” da marketing ad hoc, ma quasi sempre gli studi a riguardo, sono fatti dalle stesse case produttrici, senza revisione alcuna. Pubblicizzata, per riprova sociale,  in molti casi da sportivi di grido, medici compiacenti, ma mai supportati da studi indipendenti o da revisioni scientifiche di rilievo.

Dietro temini come miscela esclusiva, dimagrimento, forza, muscolatura, definizione, energia, stanchezza, si nascondono vendite al limite della legalità che servono a fare tanto marketing e business ma davvero poco alla nostra salute.

“…Gli italiani spendono poco per cure mediche, odontoiatriche ma non rinunciano a multivitaminici, fermenti lattici e sali minerali. Con 145 milioni di confezioni vendute in un anno e 2 miliardi (di euro) di fatturato, il mercato degli integratori alimentari conferma ancora una volta di non conoscere crisi” – fonte Ansa.


L’uso di farmaci da prescrizione e dei farmaci OTC (dall’inglese Over The Counter, sopra il banco, è un farmaco da automedicazione dispensato direttamente dal farmacista al paziente senza obbligo di prescrizione medica.) è estremamente diffusa nella maggior parte del mondo occidentale.

Si è calcolato che il 50% degli adulti prende almeno una tipologia di farmaco e circa il 20% ne assume due o tre.

Si sa che i farmaci portano con se oltre all’effetto desiderato, che può essere l’abbassamento della glicemia o della pressione, anche effetti collaterali che possono essere più o meno gravi a seconda del farmaco e di una eventuale polifarmacoterapia.

Quello che spesso si ignora è il fatto che molti farmaci, soprattutto nel caso in cui vengano usati in cronico, causano deplezioni di alcuni nutrienti importanti privando il soggetto di sostanze essenziali e provocando l’insorgenza di nuovi sintomi (M.U.S. Medically Unexplained Symptoms). 

Alcuni M.U.S presenti durante terapia farmacologica cronica:

  • Stanchezza o affaticamento persistente;
  • ansia, apatia, disturbi del tono dell’umore;
  • acidità e dolori di stomaco;
  • colon irritabile, stitichezza persistente.

Nella maggior parte dei casi la nuova sintomatologia viene spiegata come facente parte della malattia, si prescrivono così ulteriori farmaci per dare sollievo al paziente creando così un circolo vizioso che porta a continue deplezioni di sostanze fondamentali per l’organismo.

Purtroppo spesso e non solo nel peggiore dei casi si vendono integratori senza tener conto delle interazioni e dei danni che questi possono fare, perchè chi ce li vende spesso di queste cose, davvero non sa nulla.

Porto un esempio internazionale, fonte Ansa:

Può causare problemi cardiovascolari, infarto, ipertensione, respiro corto, eppure è presente in molti supplementi dietetici: si tratta della dimetilamilamina (dmaa), stimolante naturale usato in molti integratori adoperati per perdere peso e dagli sportivi per migliorare le proprie performance. Ma dopo l’arrivo di 86 segnalazioni di casi di malattie e morti legate a questo prodotto, l’ente governativo statunitense per la regolamentazione dei farmaci (Fda) ha deciso di muoversi e lanciare l’allerta, coinvolgendo aziende e consumatori. La dmaa può infatti essere molto pericolosa, soprattutto se associata alla caffeina, perché provoca problemi cardiovascolari.

Messa al bando dall’Agenzia mondiale antidoping (Wada) nel 2009, e vietata anche in Italia, la dimetilamilamina tuttavia continua a circolare in Europa, dal momento che si può acquistare su internet, e gli integratori alimentari che la contengono, provenienti da Usa e Canada, continuano a essere distribuiti nell’Ue, come dimostrano i numerosi allerta arrivati al Rasff, il sistema europeo di allerta rapido sul cibo.

Contemporaneamente l’Fda esorta i consumatori a non comprare questi prodotti, e controllarne le etichette. La dmaa si può trovare infatti sotto altri 10 possibili nomi, come metilexanamina, estratto di radice di geranio, olio di geranio, (perchè così è più appetibile da vendere) 1,3 dimetilamilamina, pentilamina, geranamina, fortano, 2-amino-4-metilexano. “Il problema – spiega Silvana Gaetani, docente di Farmacologia presso l’università La Sapienza di Roma – è che gli integratori in commercio non devono passare gli stessi test di sicurezza dei farmaci, la normativa per loro è più blanda. C’é un mercato molto affermato, ma spesso privo di evidenze scientifiche“.

Stare in forma non significa apparire in forma. Essere magri non vuol dire nulla (ammesso, ma non concesso, che i prodotti di queste aziende  facciano dimagrire) se poi il nostro corpo funziona come (o peggio di) prima.

Un aneddoto personale – Qualche anno fa trovai in città un conoscente che aderiva a una società di multilevel-marketing per vendita di integratori. Mi invitò, sempre con il sorriso sulle labbra, a entrare nell’organizzazione. E infine, estraendo dal cilindro la frase magica, aggiunse: “a me XXX (il prodotto. N.d.A.) ha cambiato la vita!”. Io lo guardai, era lo stesso di prima, piuttosto flaccido, lontano mille miglia dal mio concetto di efficienza fisica. Gli risposi: “vedendoti e conoscendoti da tempo, non si direbbe proprio!”. Forse ha cambiato solo il tuo conto in banca…

Pin It

related posts

7 Responses to Integratori, allenamento e farmaci, quando il corpo chiede aiuto

  1. Roberta ha detto:

    Ciao Francesco condivido in pieno il tuo pensiero in questo mondo dove anche io per il mio lavoro mi incrocio continuamente con questi pseudo venditori ma sempre o quasi non informati OK però sappiamo che CN il passare del tempo non tutto viene riprodotto in quantità efficienti un qualche aiuto esterno oltre controlli certo alimentazione corretta che non è impresa facile per molti causa tempo ecc..palestra giusto io sono pigra ammetto e altri motivi o forse no diciamolo mi hanno ostacolato nel frequentare…OK è pigrizia e non abitudine ma per adesso SN stata anche fortunata il mio fisico sembra e dico sembra in forma ed ho la mia età superato i 50 .tornando alla integratori più o meno giusti oppure l aloe vera da secoli pianta officinale e leggermente curativa per diverse cause esterne soprattutto della pelle sempre aloe vera si spera! Non salvi niente rispetto ad integrare es.vitamine anche CN buone percentuali e simili?? In specifico non credo di aver letto niente di preciso nel seguirti grazie se vorrai rispondere …

    • Francesco Menconi ha detto:

      Ciao Roberta, nel ringraziarti per il tuo commento, e comprendo il concetto, ciò che mi sento di dirti è che per quanto vero quanto da te espresso ha bisogno di una valutazione caso per caso. Essere in forma, non significa essere in salute (ovvio nulla di personale non ti conosco) molte persone che pensano di essere in forma, non sono per nulla in salute, e per le carenze di vitamine o sostanze nutritive, esistono esami del sangue e valutazioni della composizione corporea in grado di capire le eventuali carenze, tipo vitD o magnesio e potassio o proteici. Del resto se non usiamo strumenti di analisi diventa impossibile capire quali sono le nostre reali necessità e come poterti integrare al meglio per la nostra salute. Per questo non hai mai trovato percentuali o cosa, come, quanto integrare, perchè chi lo va seriamente, deve valutare in modo scientifico e clinico la persona, la sua storia personale, le sue abitudini quotidiane e con strumenti clinici, analizzare in modo da indicare in maniera corretta le quantità ed i periodi di somministrazione.

      Se hai idee riguardo ad articoli che ti piacerebbe vedere scritto o argomenti non mancare di suggerire. Buona serata e grazie del tuo confronto

  2. Roberta ha detto:

    Grazie Francesco per aver risposto in modo sollecito …presto detto io infatti ho detto credo e sottolineò credo di essere in forma anche ho fatto tutte le analisi per questo e si è visto che stranamente il mio corpo produce molti estrogeni ma questo ha avuto una spiegazione e come sai il metabolismo è un po’ pazzerello qualcosa cambia a me in un modo un po’ inaspettato cosi mi hanno detto oltre questo sono sempre in contatto per lavoro con un chimico che devo dire molto bravo e mi sono fermata quando ho letto degli integratori al tuo commento su una domanda poi ho letto altro e davvero sei molto preparato condivido in gran parte che medico perché tale vuol dire sapere oppure sa ma non sono interessati a questa parte ho visto pubblicizzare prodotti cosmetici che ti assicuro sono zero proprio da media.est. e altri per il dio denaro sicuro ma lo dice il medico!!! Purtroppo non è facile ancora ed anche giusto controbattere alla parola o consiglio medico ! Comunque il mio corpo era cambiato non troppo ma quello che basta per non farmi sentire a mio agio curando con probiotici e acido folico ora è passato quel periodo e per il resto sembra OK considerando che non frequento palestre non faccio passeggiate e lavorando mi muovo poco !!!”! Già cosi è miracoloso ho un buon tono muscolare prendo degli ansiolitici questo si ma spero pian piano di diminuire la dose anche se bassa sono da 0,50 2 al giorno ma c è una non piacevole storia dietro che mi ha portato a questo …la mia alimentazione non è eccellente ma mangio non molto ma tutto tranne schifezze! Volevo a prescindere farti tutti i miei complimenti dal basso mio parere ma ho conosciuto molte persone nel tuo e nel mio ambiente professionale che quando si incontra ” raramente” una persona come te mi fermo leggo ascolto ah ho guardato anche i tuoi video buona serata grazie di nuovo…

  3. Roberta ha detto:

    Ho fatto un po’ di confusione spero tu abbia capito comunque dimenticavo se pensi che integratori specifici non facciano nessuna differenza? E se fosse quali mi consigli di marchi ne ho visti e provati molti sono chimici e non li prendo ma in questo mondo di ladri chi lo è di meno se puoi dirmelo ! Grazie…

    • Francesco Menconi ha detto:

      Ciao ti consiglio di rivolgerti ad un professionista e sentire lui, se mi dici in che zona abiti ti metto in contatto ben volentieri con professionisti vicino alla tua zona…

      Grazie a te (ps la differenza tra chimico e naturale non esiste, la natura è chimica e la chimica è naturale)

  4. Roberta ha detto:

    Sicuramente si ma devo dire non proprio per tutto concedimelo…. Comunque io sono in provincia di Perugia zona lago Trasimeno e non conosco professionisti del settore in caso ti sarò grata se tu sai!! Grazie buon weekend..

    • Francesco Menconi ha detto:

      Certo che te lo concedo… Zona Perugia lago trasimento mi manca, i professionisti più vicino a te che conosco sono a Roma, o noi in Versilia non conosco nessuno nella tua zona ma prometto di informarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »