La Ginnastica Naturale

on marzo 20 | in La Parola al Corpo, Salute e benessere | by | with No Comments

Ginnastica Naturale

Conoscere, comprendere, vivere il nostro movimento

Mille nomi che si dimenticano spesso che esiste un solo corpo, esso si muove sulla base delle sue possibilità e queste prendono il nome di Ginnastica Naturale.

Ieri un Istruttore del team Fitness Key System Stefano Malcontenti, ad un corso sul “movimento” di ritorno scrive: “ci hanno chiesto cosa facevamo nella vita, ed uno di noi ha risposto faccio Ginnastica Posturale, il traduttore sorridendo guarda la docente, che parlava solo inglese e rivolgendosi a noi dice che è meglio non tradurla questa cosa, perchè fuori dall’Italia, la Ginnastica che non sia posturale, non esiste…”

Spesso, vedo mille modi per codificare un gesto, mille tendenze, che si dimenticano che prima delle loro convinzioni viene da sempre il naturale movimento del corpo.

Quella del “traduttore” è una grande verità, una ginnastica non può non essere posturale, altrimenti non è una ginnastica, e se non è ginnastica o è performance assoluta (sport) o più spesso, è un niente fatto male.

Gli scopi di chi insegna il movimento dovrebbero essere molti, ma di sicuro questi:

Conoscere, Rispettare, Insegnare i Movimenti naturali del corpo come base di ogni tipo di attività fisica.

Far Evolvere il corpo con progressioni adatte ad ogni fisicità.

Armonizzare i passaggi, diventare “Flow”, donando eleganza alle transizioni.

La Ginnastica Naturale non ha bisogno di nulla che non si trovi in natura, un suolo, una parete, un albero, un dislivello, sabbia, terra, ed a differenza di tutti gli altri esercizi “creati” dagli uomini con attrezzi o strumentazione, che una volta appresi non resta che “pulirli” rendendo più preciso il gesto, specializzandosi, sollevando più carico o per più tempo, nella ginnastica naturale non è nulla di tutto questo.

Non vi è un carico da variare, serie da contare, tempo da superare, cedimento da raggiungere, vi è l’ascolto ed il respiro, il gesto e l’accettazione, la comprensione, il rispetto da cui nasce la POSSIBILITA’.

Vi è armonia tra corpo e mente, che passa dalla condivisione nelle possibilità, che diventa gesto.

E’ una continua evoluzione e scoperta, perchè dall’armonia del Flow, ci si incammina verso l’equilibrio delle catene cinetiche muscolari e da queste, verso le nostre possibilità fisiche e motorie multiplanari, migliorando le nostre capacità di muoverci nello spazio, nella gravità, nel tempo.

La Ginnastica Naturale è altamente funzionale, perché richiede resistenza, condizionamento, agilità e la mobilità tutti allo stesso tempo.

Non è voglio, è ascoltare le possibilità e trovare il nostro modo per ottenere il meglio di ciò che siamo.

Il passaggio graduale da un esercizio all’altro richiede un certo grado di coordinamento e la concentrazione, aumentando la consapevolezza di se e la “propriocettività”

La Ginnastica Naturale, nasce con l’uomo ed è codificata per la prima volta da Georges Hébert (clicca qui per info) al motto di :”essere forti, per essere utili” ed aggiungeva

« Il fine ultimo dell’educazione fisica è sviluppare persone forti. In un senso puramente fisico il Metodo Naturale promuove le qualità della resistenza fisica, muscolosità e velocità attraverso esseri capaci di camminare, correre, saltare, muoversi sui quattro arti, arrampicarsi, camminare in equilibrio, lanciare, sollevare, difendersi e nuotare…”

In questo non vi è solo la differenza sostanziale tra Sport e Movimento, ma vi è la comprensione profonda di come l’uomo per essere in salute, debba non specializzarsi in un gesto continuo ed ottimizzato, ma debba essere capace di usare tutte le sue qualità fisiche, al fine di sviluppare, possibilità, capacità, forza, armonia, eleganza, bellezza, benessere.

 

Spesso mi chiedono perchè la Ginnastica Naturale sia così poco conosciuta, ed i motivi sono molteplici, perchè il mercato di volta in volta, la prende e la impacchetta, senza comprenderla con nomi diversi creando mostri, perchè essendo qualcosa che riguarda il corpo, per la nostra cultura del peso=forte, più ripetizioni=forte, più volte=forte, diventa difficile avvicinarsi ad un concetto dove tutto questo non ha assolutamente senso, ma il motivo più importante forse, è che amiamo riuscire, ci piace sentirci senza limiti e capaci, ed è spesso facile “barare” altrove, nella Ginnastica Naturale, sei solo tu, il tuo respiro ed i movimenti che appartengono al tuo corpo, con tutte le possibilità ed i limiti che questo comporta, con quell’introspezione e quell’ascolto, che molti, se non a parole, comodamente nella realtà, se possono, evitano.

https://youtu.be/B-vs1-1BzpM (clicca qui per vedere un esempio di Ginnastica Naturale)

Ti è piaciuto questo articolo?

Se sei interessato alla Ginnastica Naturale contattami o lascia un tuo commento

Buon Movimento

 

 

Pin It

related posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »