ACCIDIA – Dall’esistere, all’essere

(8 recensioni dei clienti)

26,00

28 anni della mia attività professionale tutta  nel mio quarto libro scritto per comprendere come mai ci allontaniamo dal vivere il nostro corpo.

L’Accidia, il peggiore dei peccati, secondo Dante, che permea la vita di molti, sono varie forme, frenesia, paura, immobilità, creando un distacco tra mente e corpo, ingannando la felicità, fino a renderci schiavi inconsapevoli.

Come tornare alla semplicità, come vivere il sentire profondo del corpo

Acquistalo direttamente con la tua carta di credito – clicca qui –

 

COD: 100 Categoria:

Descrizione

Cosa ci allontana dal benessere, cosa ci allontana da un’armonia con la quale tutti nasciamo, cosa ci porta lentamente a farci permeare dall’accidia, da un’immobilità spesso vestita di frenesia, di sempre troppe cose da fare, quasi senza meta, come fosse un vagare, senza fine, mentre durante il viaggio perdiamo riposo, cura, benessere, respiro, connessioni con noi e con gli altri.

In una società di programmi e programmazioni, di software e perfezioni, come mai regna sovrana l’accidia del corpo? Quando questo amore è svanito, quando si è leso nell’immobilità della poltrona, o nell’ansia della prestazione, che dell’accidia è solo un’altra, triste sfumatura. Questo libro è un viaggio nel tempo, in noi, non solo una ricerca, ma una comprensione, di come tutto questo è stato possibile, dagli aspetti culturali, a quelli emotivi, dagli aspetti sociali, a quel reale gusto del benessere, del vivere con gioia la nostra temporanea esistenza che spesso ci coglie, ci attanaglia, ci rovina.

In questo viaggio, non solo non siamo mai soli, ma grazie alle condivisioni possiamo stimolare ossitocinico benessere, ed in questo libro troverete condivisioni di armonia, donne con altri lavori, con altri pensieri, che daranno stimoli fondamentali a questo percorso.

Per far sì che nasca la catarsi, il rito magico della purificazione, il ritorno a noi, alla nostra casa, il nostro corpo affinché si smetta di esistere, e si pulsi d’essere.

8 recensioni per ACCIDIA – Dall’esistere, all’essere

  1. Francesca

    Esistono tante piccole e semplici cose da sapere e che possiamo fare per poter godere del dono che ci è stato concesso: vivere. Una di queste è capire cosa ci incatena all’ACCIDIA e questo libro è un’opera meravigliosa che permette di comprendere cos’è l’accidia e quali sono le cause, ma anche se è utile liberarsene e, se sì, come. Sono miriadi le domande che ognuno ha l’opportunità di porsi e che ci possono condurre alle più intense e maestose scoperte che è possibile fare sul proprio sé per giungere al proprio benessere. Come si dice spesso, anche un lungo viaggio comincia con un passo e ACCIDIA è un grande primo passo. Grazie Maestro.

  2. Serena INDIRLI

    Ci si alza la mattina, ma che fatica! Un caffè e una sigaretta, poi a lavoro, che sia davanti i libri o in ufficio. Magari tutto ciò che sembra servirci lo possediamo, eppure qualcosa non va.

    Stanchezza e spossatezza, pensieri ricorrenti, difficoltà ad addormentarsi, fame irruente. Almeno una di queste pene sembra seguirci sempre, senza lasciarci mai. E a fine giornata, di nuovo, che fatica! Ma nessun sonno ristoratore sembra in grado di risollevarci dal vorticoso malessere entro cui siamo finiti. In qualche modo sembra proprio che siamo diventati, nel corpo e nella mente, accidiosi.

    Corpo e mente sono strettamente collegati ed entrambi in continuo cambiamento: è per questo motivo che per raggiungere una condizione di benessere che non sia semplice assenza di malattia, entrambi hanno bisogno di costante attenzione e molta cura.
    Insomma si tratta di un tema ampio e interessante su cui, potremmo dire, si può scrivere un libro intero.

    Proprio ciò che ha fatto, esplorandolo in ambito pragmatico, un mio caro amico. Sto parlando di Francesco Menconi, qualcuno che ha vissuto sin da piccolo nel movimento, l’ha esplorato e vi è maturato dentro, amandolo a tal punto da voler condividere con il maggior numero di persone possibili ciò che negli anni ha appreso, tramite i libri e il suo proprio corpo.

    In Accidia. Dall’esistere, all’essere Francesco esplora gli effetti fisici di una condizione tanto diffusa come quella, per l’appunto, accidiosa. In modo chiaro vengono forniti, senza cadere mai nel pedante, giusti approfondimenti teorici, amalgamando assieme precise nozioni tecniche a numerose ed interessanti citazioni, esperienze di vita (di sé e di coloro che lo hanno incontrato) e anche un po’ di sana e divertente ironia. Una lettura che entusiasma e che si dimostra ad ogni pagina energizzante, capace di far cambiare rotta verso abitudini, cure e attenzioni volte sempre alla salute del proprio corpo.

  3. Cristina

    Un libro bellissimo, che nasce da un professionista con una precisa visione del corpo e che diffida sempre dei “sentito dire”.
    Ne emergono considerazioni che solleticano la curiosità e spingono ad approfondire e riflettere sempre.

  4. Sara

    Bellissimo libro, si legge da solo. Francesco trova sempre il linguaggio giusto, semplice e chiaro per arrivare ad aiutare la persona alla comprensione totale dei concetti. Adoro il suo linguaggio, il suo scritto, la sua visione chiara, aperta, amorevole, a riguardo della vita e del benessere. Abbiamo bisogno.di comprensione, conoscenza, bellezza amore per la vita e amore per noi stessi.
    Grazie per tutto questo magnifico sapere.

  5. Sonia

    Fantastico e centrato e insegna anche a volerci bene il tuo sapere e linfa per la vita

  6. Tiziana

    Non è il primo libro che leggo di Francesco anzi direi di averli visti nascere tutti. Anche questa volta il concetto è chiaro, troppe cose ci allontanano davvero benessere e spesso non siamo in grado di individuarli autonomamente. Per tutta la vita, qualche anno qualche settimana il nostro corpo è di fatto stato sabotato da una serie di interventi esterni e, ahimè talvolta,interni.
    Ritrovare la strada del benessere è possibile a qualunque età, naturalmente prima si inizia meglio è. Insieme alla parola circadiano, io aggiungerei un neologismo che racchiude il senso dell’applicazione della cronobiologia ovvero: biohacking. Definirei accidia roba per amanti della vita

  7. Giulia

    Questo libro è una mappa che aiuta ad orientarsi e a non dimenticarsi di noi e del nostro corpo anche nel mondo frenetico in cui viviamo. La mappa che è in “Accidia” però non è data solo da teorie scientifiche che per quanto importanti rimangono abbastanza sterili, quello che c’è scritto in questo libro è sentito attraverso esperienze di vita vera e sensazioni descritte da persone che confermano e danno un colore umano e reale alle teorie. Questo è ciò che lo rende speciale, unico e illuminante per ricominciare ad essere davvero nel proprio corpo e nella propria vita come protagonisti e non per inerzia. Il tutto è reso assolutamente piacevole e scorrevole da leggere grazie alla capacità di Francesco di spiegare argomenti difficili in modo semplice e di far arrivare le parole dritte dritte al punto che ti fa accendere una lampadina anche se a volte può risultare scomodo che si sia accesa. I concetti e i consigli espressi in “Accidia” fanno davvero la differenza tra essere al mondo perché è capitato oppure essere felici di esserci e per questo rimettersi in ascolto rispetto alle voci nel nostro corpo che sanno da sole come farlo rimanere in salute da ogni punto di vista.

  8. Federica

    In Accidia viene ricordato un pensiero di Montessori: pensare con i propri sensi (come strumento di evoluzione, di crescita). Ecco in queste poche parole vi é cosa é l‘uomo. Un tutto, emozionale, vivo, corpo e pensiero. Imprigionati in un mondo che ci bombarda di bisogni eteroindotti siamo diventati incapaci di ascoltare il nostro corpo e viverne l’armonia. Avvertiamo magari il disagio delle nostre abitudini ma abbiamo perso la capacità di individuare le cause e porvi rimedio. In Accidia ognuno di noi può trovare lo stimolo a „muoversi“ da dove si é, per crescere e sentirsi e così incamminarsi verso il benessere.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.